pof-la diffusione del pof - Istituto Parentucelli - Arzelà

Vai ai contenuti

Menu principale:

pof-la diffusione del pof

Questa pagina è stata visitata 447 volte !


 5. LA DIFFUSIONE DEL POF
 
L’ORIENTAMENTO

L’Orientamento è considerata una delle attività scolastiche su cui concentrare l’attenzione in quanto elemento fondamentale per favorire il successo personale e formativo degli studenti. Pertanto, va da sé che debba essere un’azione integrata (scuole medie/superiori, superiori/università, superiori/mondo del lavoro), continua e sistematica (riorientamento), trasversale e condivisa (scuola, famiglia, studente), se vogliamo che permetta davvero di sviluppare processi di scelta consapevoli.
      
Orientamento in entrata
L’Istituto Parentucelli-Arzelà impegna molte risorse professionali ed economiche per diffondere una corretta informazione tra gli allievi delle scuole medie. Poiché non basta illustrare le tipicità dei corsi dell’Istituto a quattordicenni, che molto spesso non sono consapevoli delle loro propensioni e delle proprie capacità e non colgono i vantaggi o le difficoltà di una scelta rispetto ad un’altra, si è pensato di far provare , prima della scelta del percorso, l’approccio con alcune discipline dei diversi indirizzi.
           
In occasione di alcuni giorni concordati, denominati open day, gruppi di alunni o classi intere delle scuole medie, sono accolti nell’Istituto per svolgere attività anche disciplinari: a mero titolo di esempio, vengono svolte lezioni di
latino
diritto
economia aziendale
laboratori di scienze e chimica
laboratori di lingue straniere,
per sperimentare non tanto i contenuti, ma le metodologie e le strategie didattiche più diffuse nell’istituto.
Più facile risulta illustrare l’organizzazione dell’Istituto, guidando i ragazzi in un tour dell’edificio per orientarsi sulle strutture disponibili (presidenza, uffici, aule speciali e laboratori, palestra, piscina, auditorium, …)
     
Orientamento in uscita
Il tema dell’orientamento post-diploma e, in particolare, dell’orientamento alla scelta universitaria è più che mai al centro del dibattito sull’istruzione. Una delle ragioni che rende strategico questo tema è la consapevolezza che
“ancora oggi solo il 30%  dei diciannovenni accede agli studi universitari, 82 immatricolati su cento provengono da famiglie i cui genitori non hanno esperienza di studi universitari e 17 immatricolati su cento abbandonano nel corso del primo anno di università” (rapporto 2013, Associazione AlmaDiploma – Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea).
Le difficoltà a scegliere la facoltà più consona e il disorientamento di chi progetta di iscriversi all’università, rendono cruciale una maggiore e più approfondita conoscenza della struttura universitaria e della realtà territoriale.
Pertanto le attività di orientamento in uscita vedono coinvolti tutte le componenti della comunità scolastica e, in veste di partner, gli enti locali, le varie agenzie formative, istituzionali e le aziende presenti nel territorio che assumono un ruolo di primo piano nelle indicazioni delle possibilità di lavoro, delle competenze richieste, delle attitudini lavorative.
Le iniziative e le attività programmate per l’Orientamento in uscita sono, in sintesi,    
Analisi delle richieste degli studenti dell’ultimo e del penultimo anno relative all’orientamento;      
Adesione al Progetto AlmaOrièntati e AlmaDiploma;      
Documentazione e ricerca di aggiornamenti costanti in merito alle iniziative per l’orientamento post-diploma e universitario e al mondo del lavoro (pubblicazione delle informazioni sul gruppo Facebook dedicato all’Orientamento e sul sito dell’Istituto);     
Incontri presso l’Istituto con orientatori e testimoni del mondo universitario e del mondo lavoro.      
Corsi di preparazione ai Test d’ingresso delle Università. Preparazione al test di Medicina e Professioni Sanitarie (Prof.ssa Scandale). Consulenza e tutoraggio degli studenti;
Nel caso dell’orientamento ad una professione o all’inserimento in una azienda, risultano strategiche le attività di stages alternanza scuola-lavoro che l’Istituto mette in atto ormai da molti anni
 
IL SITO D’ISTITUTO E
LA COMUNICAZIONE TRAMITE
SMS E WEB
   
In un mondo nel quale la comunicazione mediatica e digitale ha ormai prevaricato ogni altro tipo di informazione, la Scuola si trova in un periodo di “rivoluzione” delle sue strutture e delle sue reti.
Ancora più specifica è la situazione dell’Istituto Parentucelli-Arzelà che, vista la fusione in atto da quest’anno scolastico delle due scuole superiori di Sarzana, si deve ristrutturare anche nella rete e nei canali di comunicazione;      
le email  hanno quasi del tutto soppiantato le lettere, anche dal punto di vista burocratico con la posta elettronica certificata le comunicazioni tra istituto e MIUR avvengono in rete dedicata e via web      
la “burocrazia scolastica” sta abbandonando del tutto il foglio di carta sia per il personale amministrativo (protocollo, graduatorie, bandi, esami, …) che per i docenti (assenze, malattia, progressioni di carriera, …) che per i genitori (iscrizioni, comunicazioni scuola-famiglia, …) la didattica stessa vede informatizzata e resa virtuale tutta la parte relativa a scrutini, esami di stato, tenuta dei registri con assenze, valutazioni, annotazioni, programmi, e quant’altro si pianifichi per l’anno scolastico. Vi è un uso sempre più diffuso delle comunicazioni via web in pagine condivise tra docente e classe (social network) o in ambienti cloud (contenitori virtuali di materiali condivisi) per scambiarsi compiti, argomenti svolti e da svolgere, esercitazioni e altre attività del percorso didattico. I genitori potranno accedere alle informazioni relative ai figli via web e conoscere in tempo reale tutto ciò che li riguarda: voti, assenze, ritardi, verifiche programmate e svolte, attività della classe, e molte altre cose.
L’Istituto si è quindi attivato anche per adeguare il proprio sito web in modo che diventi la “porta di accesso” per tutti coloro che sono in relazione con la scuola e un ambiente virtuale di accoglienza per tutti i “visitatori”.
I due siti di Liceo Parentucelli
http://www.parentucelli.com/
e dell’Istituto Arzelà
http://www.istitutoarzela.it/
sono ancora attivi ma verranno pian piano sostituiti dal NUOVO SITO D’ISTITUTO che è in fase terminale di costruzione.
 
Le comunicazioni vocali e i messaggi SMS tramite telefono cellulare restano ancora una valida alternativa all’uso della rete Internet. In questa fase di transizione, quando uno studente risulta assente o ritarda, viene inviato un messaggio SMS al cellulare del genitore, in modo che egli sia informato in tempo reale nel caso in cui l’alunno abbia “saltato” le lezioni.
 
 
LE COMUNICAZIONI CON I GENITORI E GLI ESTERNI

Oltre alle modalità di comunicazione via Internet descritte precedentemente nelle relazioni con le famiglie degli studenti restano fondamentali i contatti personali. Solamente un colloquio, magari riservato,
tra docente e genitore o tra Preside e genitore permette di mettere in luce le eventuali difficoltà dello studente e della famiglia, nonché la situazione dell’inserimento dell’alunno nell’ambiente classe e nella vita dell’Istituto.
Alle famiglie degli studenti che, dopo i Consigli di Classe di novembre/dicembre 2014 e quelli di aprile 2015, mostrano insufficienze in qualche disciplina o hanno numerose assenze che rischiano di invalidare l’anno scolastico, viene inviata una comunicazione deniminata pagellino interperiodale e, all’occasione i genitori sono invitati ad un colloquio col Coordinatore di Classe.
 
 

 
Copyright 2017. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu